Gli Enti locali -Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web
Benvenuto nel sito
Cliccando su Registrare potrai registrarti gratuitamente, partecipare ai forum e scaricare gli allegati .
Se sei gia' registrato cliccando su Connessione potrai inserire la tua ID e la password e connetterti.
Se non vuoi piu' che questo messaggio compaia clicca su Non esporre piu' e potrai navigare nel sito come ospite .
Buona navigazione.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

D.L. 101/2013

Pagina 1 su2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

D.L. 101/2013

Messaggio  ketty il Gio 19 Set 2013 - 12:02

(Sono nuova del settore) In base al D.L. 101/2013 avrei bisogno di un chiarimento: un dipendente ha compiuto 65 anni nel 2013 ed ha un'anzianità contributiva di 35 anni nel 2013. Deve essere collocato in pensione?? GRAZIE

ketty

Messaggi: 35
Data d'iscrizione: 18.12.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

dl

Messaggio  Paolo Gros il Gio 19 Set 2013 - 12:08

Con la nota n.41876, il Dipartimento della Funzione Pubblica fornisce il proprio parere alla Regione Veneto in merito alla linea da seguire dopo la pronuncia del TAR del Lazio n.2446/2013, con la quale veniva annullata la circolare n.2/2012 del dipartimento, nella parte in cui indirizza le P.A. a collocare a riposo al compimento del limite ordinamentale i proprio dipendenti che hanno raggiunto un qualsiasi diritto a pensione prima del 31/12/2011, rispettando quindi le norme "ante Fornero".

Il Dipartimento ribadisce il contenuto della circolare n.3/2012 e richiama l'articolo 2, commi 4 e 5 del decreto sul pubblico impiego (Dl 101/2013), pubblicato sulla “Gazzetta Ufficiale” del 31 agosto, che ha stabilito per legge l’interpretazione data all’epoca dalla Funzione Pubblica sull’obbligatorietà del collocamento a riposo nonostante i nuovi requisiti introdotti dalla Riforma Fornero.

Per i lavoratori del pubblico impiego non ci sono alternative, indipendentemente dal requisito pensionistico maturato al 31 dicembre 2011, andranno in pensione a 65 anni o a 70. Dunque in base alle nuove regole, anche se i requisiti sono stati sviluppati prima dell'entrata in vigore della legge n.214/2011 (Riforma Fornero), i lavoratori della P.A. non potranno veder spostato in avanti il calendario del proprio “collocamento a riposo

Paolo Gros
Admin

Messaggi: 49846
Data d'iscrizione: 30.07.10

Vedere il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: D.L. 101/2013

Messaggio  Previdenza1998 il Gio 19 Set 2013 - 13:50

ketty ha scritto:(Sono nuova del settore) In base al D.L. 101/2013 avrei bisogno di un chiarimento: un dipendente  ha compiuto 65 anni nel 2013 ed ha un'anzianità contributiva di 35 anni nel 2013. Deve essere collocato in pensione?? GRAZIE
Salve,
nel caso in esame il dipendente al 31/12/2011 avrebbe 63 anni di età e 33 anni di servizio. Con questi requisiti non ha nessun diritto a pensione al 31/12/2011. Quindi rientra nella normativa Fornero con maturazione del diritto di pensione di vecchiaia con 66anni e 3 mesi di età.


Saluti



Previdenza1998

Messaggi: 16
Data d'iscrizione: 06.05.13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: D.L. 101/2013

Messaggio  lello il Gio 19 Set 2013 - 16:05

"hanno raggiunto un qualsiasi diritto a pensione prima del 31/12/2011" si intende sempre limite anzianità o di età?
Non riguarda il diritto facoltativo di una dipendente che poteva andare a 61 anni.
E' giusta questa interpretazione?

lello

Messaggi: 105
Data d'iscrizione: 14.10.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: D.L. 101/2013

Messaggio  Previdenza1998 il Gio 19 Set 2013 - 18:00

lello ha scritto:"hanno raggiunto un  qualsiasi  diritto a pensione prima del 31/12/2011" si intende sempre limite anzianità o di età?
Non riguarda il diritto facoltativo di una dipendente che poteva andare a 61 anni.
E' giusta questa interpretazione?
Ritengo, se pur facoltativo, è sempre un diritto acquisito e pertanto una dipendente con contratto EE.LL. che aveva 61 anni e 15/20 anni di servizio al 31/12/2011 deve essere collocata a riposo d'ufficio a 65 anni come prevede il regolamento dell'Ente di appartenenza rispettando l'interpretazione del DL. 101/2013.


Previdenza1998

Messaggi: 16
Data d'iscrizione: 06.05.13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

D.L. 101/2013- PROVIAMO A CAPIRE CON ESEMPI

Messaggio  abal60 il Ven 20 Set 2013 - 17:35

Saluti a tutti; in particolare all'amico Paolo al quale spero sia arrivato anche il secondo messaggio personale.
Leggo quanto previsto dal dl in oggetto, e cerchiamo di "capire insieme" con esempi pratici; in tal modo vediamo se siamo "tutti d'accordo":
a) Dipendente di sesso maschile di Ente Locale nato il 10/05/1947, con anzianità contributiva al 31/12/2011 di anni 30 e mesi 01 e giorni 00 - Diritto a pensione il 10/08/2013 (ad anni 66 e mesi 03) con accesso dal 01/09/2013 - quindi collocamento a riposo d'ufficio dal 01/09/2013 (limiti età)
b) Dipendente di sesso maschile di Ente Locale nato il 24/04/1948, con anzianità contributiva al 31/12/2011 di anni 36 e mesi 02 e giorni 00 - Diritto a pensione già acquisito il 29/10/2010 e con accesso già dal 01/07/2011 - collocamento a riposo per limiti età dal 01/05/2013 (primo giorno mese successivo al compimento 65simo anno) ;
c) Dipendente di sesso maschile di Ente Locale nato il 13/06/1948, con anzianità contributiva al 31/12/2011 di anni 31 e mesi 01 e giorni 00 - Diritto a pensione 12/09/2014 (ad anni 66 e mesi 3) con accesso a pensione dal 01/10/2014 - collocamento a riposo per limiti età dal 01/10/2014
Spero che la mia interpretazione, per i casi prospettati, sia esatta e nell'attesa di leggervi, auguro felice serata.

abal60

Messaggi: 371
Data d'iscrizione: 03.08.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: D.L. 101/2013

Messaggio  lello il Lun 4 Nov 2013 - 23:45

Scusa abal60 concordi con previdenza1998?

lello

Messaggi: 105
Data d'iscrizione: 14.10.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

101

Messaggio  Paolo Gros il Mar 5 Nov 2013 - 7:36

per Andrea

concordo con il tuo post ma ti segnalo che non ho ricevuto alcun messaggio personale

ciao ciao

Paolo Gros
Admin

Messaggi: 49846
Data d'iscrizione: 30.07.10

Vedere il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

per Paolo

Messaggio  abal60 il Mar 5 Nov 2013 - 10:01

Paolo Gros ha scritto:per Andrea

concordo con il tuo post ma ti segnalo che non ho ricevuto alcun messaggio personale

ciao ciao
Caro Paolo, .... credevo di averti inviato un messaggio personale in occasione della perdita della tua cara mamma "abal60 Mar Lug 23, 2013 10:22 am ....E' difficile trovare parole di conforto quando si perde la mamma; ti esprimo il mio più sincero cordoglio con immenso affetto e dal profondo del cuore. Andrea Balzano" ma credo di non averlo spedito! Ti chiedo scusa... e perdono se ti ricordo tale evento.....
Per quanto attiene il post, la donna che al 31/12/2011 ha maturato il diritto (esempio nata nel 1949 con anzianità contributiva maggiore di anni 20) va collocata a riposo al compimento del 65esimo anno.

abal60

Messaggi: 371
Data d'iscrizione: 03.08.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

richeista di conferma

Messaggio  Marco Pulici il Mar 5 Nov 2013 - 14:36

Chiedo scusa ma mi pare di aver capito che: lasciando da parte i lavoratori già in possesso di un qualsiasi diritto a pensione prima del 31.12.2011, per i quali vi è l'obbligo di collocamento a riposo d'ufficio al compimento del 65° anno di età, d'ora in avanti qualora un dipendente raggiungesse il diritto a pensione e non lo esercitasse, nel momento in cui compisse i 65 anni di età l'Ente lo pone obbligatoriamente in quiescenza. E' corretta l'interpretazione?
grazie e cordiali saluti

Marco Pulici

Messaggi: 74
Data d'iscrizione: 11.03.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

re

Messaggio  Paolo Gros il Mer 6 Nov 2013 - 7:36

si lo e'

Paolo Gros
Admin

Messaggi: 49846
Data d'iscrizione: 30.07.10

Vedere il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: D.L. 101/2013

Messaggio  lello il Mer 6 Nov 2013 - 22:30

l'inps ex inpdap mi ha detto che il dipendente deve comunque fare la domanda anche se si tratta di limite di età.
E se per un motivo qualsiasi non la vuole fare ?
L'Amministrazione come si deve comportare?

lello

Messaggi: 105
Data d'iscrizione: 14.10.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

dl

Messaggio  Paolo Gros il Gio 7 Nov 2013 - 7:36

linsensatezza della risposta avuta e' proprio in ...E se per un motivo qualsiasi non la vuole fare ?

Paolo Gros
Admin

Messaggi: 49846
Data d'iscrizione: 30.07.10

Vedere il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: D.L. 101/2013

Messaggio  lello il Ven 8 Nov 2013 - 7:31

Mi confermate che con la legge anti Fornero la decorrenza della pensione è dal giorno successivo al perfezionamento dei requisiti e non dal primo giorno del mese successivo?
Grazie

lello

Messaggi: 105
Data d'iscrizione: 14.10.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: D.L. 101/2013

Messaggio  lello il Ven 8 Nov 2013 - 7:32

Mi confermate che con la legge ante Fornero la decorrenza della pensione è dal giorno successivo al perfezionamento dei requisiti e non dal primo giorno del mese successivo?

Grazie

lello

Messaggi: 105
Data d'iscrizione: 14.10.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 su2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum