Gli Enti locali -Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web
Benvenuto nel sito
Cliccando su Registrare potrai registrarti gratuitamente, partecipare ai forum e scaricare gli allegati .
Se sei gia' registrato cliccando su Connessione potrai inserire la tua ID e la password e connetterti.
Se non vuoi piu' che questo messaggio compaia clicca su Non esporre piu' e potrai navigare nel sito come ospite .
Buona navigazione.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

la TARI e la TASI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

la TARI e la TASI

Messaggio  GIORGIO MARENCO il Gio 29 Ago 2013 - 10:50

A quanti come me speravano di portare il bilancio quantomeno a settembre ed evitare la pantomima di un bilancio di previsione a novembre si apre ora l'incognita di capire quale sia la normativa vigente in materia di tributi.
Il comunicato della Presidenza del Consiglio di ieri apre la strada non ad un chiarimento ma (almeno così mi pare) ad un ulteriore rinvio ad un DL che sarà contestuale alla legge di stabilità di ottobre.

Incollo qui sotto il comunicato di ieri per quanti non ne hanno già preso lettura. Si parla anche della nuova service Tax che entrerà (?) in vigore dal 2014 con le sue due componenti (TARI e TASI)
Bellissimo l'ultimo punto del comunicato per gli immobili di edilizia sociale "Dal 1° gennaio 2014 trattamento IMU prima casa anche per gli alloggi sociali"... ma cacchio! avete appena detto che nel 2014 l'IMU non c'è più.

Da http://www.governo.it/Governo/ConsiglioMinistri/dettaglio.asp?d=72690 La Presidenza del Consiglio comunica che:
Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi alle ore 17.50 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Enrico Letta. Segretario il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Filippo Patroni Griffi.
Il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta del presidente del Consiglio, Enrico Letta e dei Ministri dell’Interno, Angelino Alfano, dell’Economia e Finanze, Fabrizio Saccomanni, del Lavoro e delle Politiche sociali, Enrico Giovannini, delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Nunzia De Girolamo, e degli Affari regionali e Autonomie, Graziano Delrio, un decreto legge recante disposizioni urgenti in materia di IMU, abitazioni e cassa integrazione guadagni.
Il decreto interviene su quattro capitoli:

4.      IMU. Il decreto stabilisce che la tassa municipale sugli immobili –  relativamente alla prima casa, ai terreni agricoli e ai fabbricati rurali  – non verrà pagata nel 2013. A copertura dell’abolizione il decreto prevede un intervento immediato per la prima rata 2013. Con un decreto legge contestuale alla legge di Stabilità dell’ottobre prossimo verrà abolita la seconda rata. A partire dal  2014, in luogo dell’IMU, entrerà in vigore la cosiddetta “Service Tax” (approfondimento nel paragrafo successivo).
Linee guida per la “Service Tax”
Il modello di tassazione comunale “federale”, che entrerà in vigore dal 2014, sarà ispirato ai principi del federalismo fiscale, come approvati dalla Commissione Bicamerale appositamente costituita nella scorsa legislatura.
Viene dunque istituita un’imposta sui servizi comunali – la “Service Tax” – che sostituisce la Tares. Essa sarà riscossa dai Comuni e costituita da due componenti:
•         gestione dei rifiuti urbani;
•         copertura dei servizi indivisibili.
La prima componente (Tari) sarà dovuta da chi occupa, a qualunque titolo, locali o aree suscettibili di produrre rifiuti urbani. Le aliquote, commisurate alla superficie, saranno parametrate dal Comune con ampia flessibilità ma comunque nel rispetto del principio comunitario “chi inquina paga” e in misura tale da garantire la copertura integrale del servizio.
La seconda componente (Tasi) sarà a carico di chi occupa fabbricati. Il Comune potrà scegliere come base imponibile o la superficie o la rendita catastale. Sarà a carico sia del proprietario (in quanto i beni e servizi pubblici locali concorrono a determinare il valore commerciale dell’immobile) che dell’occupante (in quanto fruisce dei beni e servizi locali). Il Comune avrà adeguati margini di manovra, nell’ambito dei limiti fissati dalla legge statale.
La capacità fiscale (cioè il gettito potenziale che i Comuni potrebbero ottenere dal pieno utilizzo delle facoltà di manovra fiscale sui loro tributi) sarà preservata, nel pieno rispetto del principio federalista dell’autonomia finanziaria di tutti i livelli di governo. L’autonomia nella fissazione delle aliquote sarà limitata verso l’alto per evitare di accrescere la capacità fiscale e quindi il carico sui contribuenti, applicando aliquote massime complessive.

Misure relative all’IMU: 4100 milioni di euro
-          Fabbricati costruiti e non ancora venduti o concessi in locazione
Vengono esclusi dall’imposta municipale propria i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita se non locati o venduti entro tre anni dalla ultimazione dei lavori. La proposta è finalizzata a svincolare una parte di risorse delle imprese, quantificate in circa 38 milioni di euro l’anno, destinate ora al pagamento dell’IMU, permettendone un utilizzo “produttivo” per effettuare nuovi investimenti con ricadute positive sul sistema produttivo.
-          Immobili di edilizia popolare
Vengono assimilati al trattamento IMU prima casa gli alloggi degli Istituti autonomi case popolari e quelli delle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari: si liberano circa 60 milioni di euro.
-          Immobili di edilizia sociale
Dal 1° gennaio 2014 trattamento IMU prima casa anche per gli alloggi sociali (alloggi realizzati o recuperati da operatori pubblici o privati destinati prevalentemente alla locazione per individui e nuclei familiari svantaggiati). Tale incentivo attiva gli investimenti in alloggi sociali tramite le risorse attualmente disponibili presso il Fondo Investimenti per l’Abitare (FIA), fondo immobiliare riservato a investitori qualificati promosso e gestito dalla SGR di Cassa Depositi e Prestiti con lo scopo di incrementare l’offerta abitativa in alloggi sociali, che attualmente ha una disponibilità di circa 2 miliardi di euro, in grado di attivare ulteriori investimenti per altri 2 miliardi, con importanti ricadute anche dal punto di vista occupazionale.


saluti
giorgio

GIORGIO MARENCO

Messaggi: 390
Data d'iscrizione: 14.10.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: la TARI e la TASI

Messaggio  finanziario99 il Gio 29 Ago 2013 - 10:58

senza parole..ma le case " non occupate" non scontano più nessuna tassazione???
ma quanto sarà questa service tax per coprire questi ammanchi?

finanziario99

Messaggi: 67
Data d'iscrizione: 13.02.12

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: la TARI e la TASI

Messaggio  francodan il Gio 29 Ago 2013 - 11:11

pensare di discutere e fareipotesi su una tassa da applicare nel 2014 oggi come oggi è fuori luogo visto cosa è successo con imu e tares nel 2013

francodan

Messaggi: 5982
Data d'iscrizione: 07.10.10
Località: 4 comuni della Bassa Lomellina (estremo sud ovest lombardia)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

TARI e la TASI

Messaggio  Annette il Gio 29 Ago 2013 - 11:32

francodan ha scritto:pensare di discutere e fareipotesi su  una tassa da applicare nel 2014 oggi come oggi è fuori luogo visto cosa è successo con imu e tares nel 2013
Laughing Laughing Bella questa e mi sembrava di averlo letto bene il comunicato questa mattina

Hanno finito all'ora di cena ieri sera forse avevano fame un calo degli zuccheri oppure chissà veramente cosa si funamano....o forse l'IMU resterà solo per gli immobili di edilzia sociale bho!!!!!!

Annette

Messaggi: 287
Data d'iscrizione: 22.03.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: la TARI e la TASI

Messaggio  finanziario99 il Gio 29 Ago 2013 - 12:04

or ora il dott. Fassina annuncia che l'imu non è stata "davvero" abolita..ma va...e che la service tax potrebbe entrare in vigore quest'anno per quadrare i conti.
Ottimo..ho tante ferie arretrate vado ci vediamo a dicembre

finanziario99

Messaggi: 67
Data d'iscrizione: 13.02.12

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

tari tari pari e dispari

Messaggio  Paolo Gros il Gio 29 Ago 2013 - 12:22

...che la service tax potrebbe entrare in vigore quest'anno per quadrare i conti...

ma lo sanno che siamo a fine agosto e che un anno dura 12 mesi ........

Paolo Gros
Admin

Messaggi: 49846
Data d'iscrizione: 30.07.10

Vedere il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: la TARI e la TASI

Messaggio  francodan il Gio 29 Ago 2013 - 12:26

leggo da un giornale on line.
abolita l'imu ,STANGATA SERVICE TAX DAL 2014
si ha l'impressione di un RINVIO con interessi del carico fiscale

francodan

Messaggi: 5982
Data d'iscrizione: 07.10.10
Località: 4 comuni della Bassa Lomellina (estremo sud ovest lombardia)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: la TARI e la TASI

Messaggio  Lucio Guerra il Gio 29 Ago 2013 - 13:51


Lucio Guerra
Admin

Messaggi: 7651
Data d'iscrizione: 18.01.12
Località: federer resterà sempre il re del tennis

Vedere il profilo dell'utente http://servizi.cmcatrianerone.pu.it/canale.asp

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum