Gli Enti locali -Paolo Gros,Lucio Guerra e Marco Lombardi on web
Benvenuto nel sito
Cliccando su Registrare potrai registrarti gratuitamente, partecipare ai forum e scaricare gli allegati .
Se sei gia' registrato cliccando su Connessione potrai inserire la tua ID e la password e connetterti.
Se non vuoi piu' che questo messaggio compaia clicca su Non esporre piu' e potrai navigare nel sito come ospite .
Buona navigazione.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

riscossione tares

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

riscossione tares

Messaggio  DADERO il Mer 8 Mag 2013 - 8:39

Nel regolamento TARES, è corretto inserire questo articolo a proposito della riscossione

1 Il Comune riscuote in via ordinaria, secondo le disposizioni di legge, il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi inviando ai contribuenti apposito invito di pagamento.

2 Gli avvisi di pagamento sono spediti presso la residenza e/o la sede legale del soggetto passivo, o altro recapito segnalato dallo stesso, tramite servizio postale o agenzie di recapito autorizzate, come corrispondenza ordinaria.

3 I termini e le modalità di pagamento devono essere indicati nell’avviso bonario stesso e verranno stabiliti annualmente con apposita deliberazione dell’Ente. In caso di mancata deliberazione verrà prorogata la delibera precedente.


Oppure è necessario indicare dettagliatamente nel regolamento tares il numero delle rate e la loro scadenza?



DADERO

Messaggi: 75
Data d'iscrizione: 14.07.12

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: riscossione tares

Messaggio  Lucio Guerra il Mer 8 Mag 2013 - 9:46

anche in questo caso ritengo opportuno non discostarsi troppo dal regolamento mef

Art. 36. Riscossione
1. Il Comune riscuote il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi dovuto in base alle dichiarazioni inviando ai contribuenti, anche per posta semplice, inviti di pagamento che specificano per ogni utenza le somme dovute per tributo, maggiorazione e tributo provinciale, suddividendo l’ammontare complessivo
[alternativa1] in quattro rate trimestrali, scadenti nei mesi di gennaio, aprile, luglio e ottobre, con facoltà di effettuare il pagamento in unica soluzione entro il mese di giugno di ciascun anno
[alternativa2] in … rate scadenti nei mesi di …, con facoltà di effettuare il pagamento in unica soluzione entro il mese di … di ciascun anno.
2. Il tributo comunale per l’anno di riferimento è versato al Comune mediante bollettino di conto corrente postale, ovvero tramite modello di pagamento unificato di cui all’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.
3. Al contribuente che non versi alle prescritte scadenze le somme indicate nell’invito di pagamento è notificato, anche a mezzo raccomandata A.R. e a pena di decadenza entro il 31 dicembre del quinto anno successivo all’anno per il quale il tributo è dovuto, avviso di accertamento per omesso o insufficiente pagamento. L’avviso indica le somme da versare in unica rata entro sessanta giorni dalla ricezione, con addebito delle spese di notifica, e contiene l’avvertenza che, in caso di inadempimento, si applicherà la sanzione per omesso pagamento di cui all’articolo 35, comma 1, oltre agli interessi di mora, e si procederà alla riscossione coattiva con aggravio delle spese di riscossione. Si applica il terzo comma dell’articolo 34.

Note. Nella TARES è scomparso il sistema di riscossione ordinario tramite ruoli che caratterizzava la Tarsu. Si è ritenuto comunque opportuno, per ragioni di continuità, di mantenere la prassi che prevede l’invio ai contribuenti, senza formalità di notifica di avvisi bonari, qui denominati “inviti di pagamento”, che indicano le somme da versare e le relative modalità e termini.
Rinviando all’art. 43 per la disciplina transitoria relativa all’anno 2013, a regime il numero e la scadenza delle rate può essere discrezionalmente fissata dal comune. L’alternativa 1 riporta le scadenze derogabili indicate dall’art. 14, comma 35, del D.L. n. 201 del 2011, mentre l’alternativa 2 indica in forma aperta una tra le possibili modalità.
Il comma 2 riporta le modalità di pagamento previste dall’art. 14, comma 35, del D.L. n. 201 del 2011, che non possono essere modificate e/o integrate discrezionalmente dal comune con altri strumenti di pagamento, posto che il comma 35 dell’art. 14, del D.L. n. 201 del 2011, (come modificato dall’art. 1, comma 387, lett. f), della legge n. 228 del 2012), nell’individuare dette modalità di pagamento, premette che tale specificazione opera in deroga all'art. 52 del D.Lgs. n. 446 del 1992.
Il terzo comma prevede, in caso di inadempimento, la notificazione dell’avviso di accertamento per omesso o insufficiente pagamento con il solo addebito delle spese di notifica, da versare entro 60 giorni dalla notifica. Solo persistendo l’inadempimento scattano la sanzione del 30% ex art. 13, del D.Lgs. n. 471 del 1997, e gli interessi di mora, e si apre la strada alla riscossione coattiva.
E’ comunque assicurata al contribuente la possibilità di richiedere la rateazione prevista all’articolo 34, comma 3, nel caso di somme superiori al limite stabilito dal regolamento.

RATE E SCADENZE

COMMA 22. Con regolamento da adottarsi ai sensi dell'articolo 52 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, il consiglio comunale determina la disciplina per l'applicazione del tributo, concernente tra l'altro:
a) la classificazione delle categorie di attività con omogenea potenzialità di produzione di rifiuti;
b) la disciplina delle riduzioni tariffarie;
c) la disciplina delle eventuali riduzioni ed esenzioni;
d) l'individuazione di categorie di attività produttive di rifiuti speciali alle quali applicare, nell'obiettiva difficoltà di delimitare le superfici ove tali rifiuti si formano, percentuali di riduzione rispetto all'intera superficie su cui l'attività viene svolta;
e) i termini di presentazione della dichiarazione e di versamento del tributo.


Lucio Guerra
Admin

Messaggi: 5810
Data d'iscrizione: 18.01.12
Località: federer resterà sempre il re del tennis

Vedere il profilo dell'utente http://servizi.cmcatrianerone.pu.it/canale.asp

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Permesso del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum