Gli Enti locali -Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web
Benvenuto nel sito
Cliccando su Registrare potrai registrarti gratuitamente, partecipare ai forum e scaricare gli allegati .
Se sei gia' registrato cliccando su Connessione potrai inserire la tua ID e la password e connetterti.
Se non vuoi piu' che questo messaggio compaia clicca su Non esporre piu' e potrai navigare nel sito come ospite .
Buona navigazione.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

calcolo indennità mancato preavviso agenti commercio

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

calcolo indennità mancato preavviso agenti commercio

Messaggio  peppinonurra il Dom 10 Mar 2013 - 21:11

Salve a tutti,sono una freschissima new entry,e quindi poco pratico in merito; cercherò di essere sintetico. Faccio l'agente di commercio Enasarco per una casa farmaceutica e mi sto per avviare alla meritata pensione; la mia retribuzione avviene tramite acconti mensili (regolarmente fatturati),qualche premio e,a volte,concorso spese: il conguaglio avviene trimestralmente. Si sta verificando (vedasi crisi) che l'acconto è superiore al conguaglio (quindi dovrei restituire la somma avuta in eccesso) ma,nel mio caso,mi verrebbe concesso di mantenere per tutto il 2013 lo stesso acconto; l'eventuale differenza (a favore dell'azienda) mi verrebbe defalcata,in sede di chiusura del rapporto,dall'indennità di risoluzione rapporto. Domanda : il conteggio di tale indennità deve essere calcolato su tutte le somme ricevute e fatturate nell'arco dell'anno solare o solamente sul "maturato" ? Io avrei intenzione di chiudere definitivamente il rapporto a fine anno (2013) e vorrei cortesemente sapere come muovermi. Ringraziando anticipatamente
Peppino

peppinonurra

Messaggi: 3
Data d'iscrizione: 10.03.13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

commercio

Messaggio  Paolo Gros il Lun 11 Mar 2013 - 7:56

mia retribuzione avviene tramite acconti mensili (regolarmente fatturati)il concetto di retribuzione e' amonte di un contratto di lavoro subordinato mentre la fatturazione a monte di lavoro autonomo.
Credo occorra chiarire

Paolo Gros
Admin

Messaggi: 50895
Data d'iscrizione: 30.07.10

Vedere il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: calcolo indennità mancato preavviso agenti commercio

Messaggio  peppinonurra il Lun 11 Mar 2013 - 8:14

Paolo Gros ha scritto: mia retribuzione avviene tramite acconti mensili (regolarmente fatturati)il concetto di retribuzione e' amonte di un contratto di lavoro subordinato mentre la fatturazione a monte di lavoro autonomo.
Credo occorra chiarire

Sicuramente il termine retribuzione,nel nostro caso,è improprio; intendevo dire che i miei proventi sono di natura provvigionale ma che,in attesa del calcolo sul fatturato (presentato trimestralmente) l'azienda concede un anticipo mensile (generalmente vicino alla congruità) dietro emissione di fattura,il cui totale trimestrale verrà conteggiato e conguagliato,in positivo o negativo,infatti nella fattura di acconto appare,p.es., la dicitura "acconto mese febbraio 2013 salvo conguaglio".
Spero di essere stato esaustivo

peppinonurra

Messaggi: 3
Data d'iscrizione: 10.03.13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

commercio

Messaggio  Paolo Gros il Lun 11 Mar 2013 - 8:20

L'ultimo accordo economico collettivo del settore Commercio (2002) così si esprime riguardo al fatto che le parti, qualora decidano di interrompere un rapporto a tempo indeterminato, sono tenute a prestare un preavviso: "Ove la parte recedente, in qualsiasi momento, intenda porre fine, con effetto immediato, al rapporto, essa dovrà corrispondere all'altra parte, in sostituzione del preavviso, una somma a titolo di risarcimento pari a tanti dodicesimi delle provvigioni di competenza dell'anno solare (1 gennaio - 31 dicembre) precedente quanti sono i mesi di preavviso dovuti. In caso di esonero da una parte di preavviso, la parte recedente corrisponderà all'altra una somma a titolo di risarcimento pari a tanti dodicesimi delle provvigioni di competenza quanti sono i mesi di preavviso non effettuati. Qualora il rapporto abbia avuto inizio nel corso dell'anno solare precedente, saranno conteggiati i successivi mesi dell'anno in corso per raggiungere i dodici mesi di riferimento.
Ove più favorevole, la media retributiva per la determinazione dell'indennità sostitutiva del preavviso sarà calcolata sui dodici mesi immediatamente precedenti la comunicazione di recesso. Qualora il rapporto abbia avuto una durata inferiore ai dodici mesi, il computo si effettuerà in base alla media mensile delle provvigioni liquidate durante il rapporto stesso" (art. 10).
Sostanzialmente identico risulta il contenuto dell'accordo economico collettivo del settore Industria (art. 9).
Proviamo ora a tradurre il linguaggio sindacal-burocratese degli accordi economici collettivi, in termini comprensibili ai "non addetti ai lavori", affermando che i criteri di calcolo dell'indennità sostitutiva del preavviso possono essere riassunti nella seguente formula:
media mensile provvigionale x numero dei mesi di preavviso spettanti.
Si tratta, in realtà, di una moltiplicazione, che richiede un moltiplicando ed un moltiplicatore.

Paolo Gros
Admin

Messaggi: 50895
Data d'iscrizione: 30.07.10

Vedere il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: calcolo indennità mancato preavviso agenti commercio

Messaggio  peppinonurra il Lun 11 Mar 2013 - 8:27

Paolo Gros ha scritto:L'ultimo accordo economico collettivo del settore Commercio (2002) così si esprime riguardo al fatto che le parti, qualora decidano di interrompere un rapporto a tempo indeterminato, sono tenute a prestare un preavviso: "Ove la parte recedente, in qualsiasi momento, intenda porre fine, con effetto immediato, al rapporto, essa dovrà corrispondere all'altra parte, in sostituzione del preavviso, una somma a titolo di risarcimento pari a tanti dodicesimi delle provvigioni di competenza dell'anno solare (1 gennaio - 31 dicembre) precedente quanti sono i mesi di preavviso dovuti. In caso di esonero da una parte di preavviso, la parte recedente corrisponderà all'altra una somma a titolo di risarcimento pari a tanti dodicesimi delle provvigioni di competenza quanti sono i mesi di preavviso non effettuati. Qualora il rapporto abbia avuto inizio nel corso dell'anno solare precedente, saranno conteggiati i successivi mesi dell'anno in corso per raggiungere i dodici mesi di riferimento.
Ove più favorevole, la media retributiva per la determinazione dell'indennità sostitutiva del preavviso sarà calcolata sui dodici mesi immediatamente precedenti la comunicazione di recesso. Qualora il rapporto abbia avuto una durata inferiore ai dodici mesi, il computo si effettuerà in base alla media mensile delle provvigioni liquidate durante il rapporto stesso" (art. 10).
Sostanzialmente identico risulta il contenuto dell'accordo economico collettivo del settore Industria (art. 9).
Proviamo ora a tradurre il linguaggio sindacal-burocratese degli accordi economici collettivi, in termini comprensibili ai "non addetti ai lavori", affermando che i criteri di calcolo dell'indennità sostitutiva del preavviso possono essere riassunti nella seguente formula:
media mensile provvigionale x numero dei mesi di preavviso spettanti.
Si tratta, in realtà, di una moltiplicazione, che richiede un moltiplicando ed un moltiplicatore.

Grazie

peppinonurra

Messaggi: 3
Data d'iscrizione: 10.03.13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Permesso del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum