Gli Enti locali -Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web
Benvenuto nel sito
Cliccando su Registrare potrai registrarti gratuitamente, partecipare ai forum e scaricare gli allegati .
Se sei gia' registrato cliccando su Connessione potrai inserire la tua ID e la password e connetterti.
Se non vuoi piu' che questo messaggio compaia clicca su Non esporre piu' e potrai navigare nel sito come ospite .
Buona navigazione.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

Diniego nullaosta mobilità.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Diniego nullaosta mobilità.

Messaggio  rrr1980 il Gio 30 Giu 2011 - 11:44

Posto che nel rapporto di pubblico impiego le funzioni datoriali sono esercitate dal dirigente, che pertanto è tenuto ad esprimersi in merito al rilascio del nullaosta per mobilità volontaria in uscita, mi chiedo se eventuale diniego debba essere opportunamente motivato.
Personalmente, dal momento che tutte le attività del dirigente incardinato nell’Amministrazione hanno finalità di interesse dell’amministrazione medesima indipendentemente dalla natura degli atti adottati (amministrativa o privatistica), ritengo che il diniego debba essere suffragato da idonea motivazione che evidenzi l’interesse dell’Amministrazione a non effettuare la cessione del contratto, ad esempio, per la particolare specifica professionalità acquisita dal dipendente, per impossibilità oggettiva a ricoprire il posto etc… Un semplice “no, perché no” o addirittura un silenzio credo siano impugnabili. Sbaglio?
C’è qualche pronuncia autorevole al riguardo?

Grazie.

rrr1980

Messaggi: 249
Data d'iscrizione: 18.06.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diniego nullaosta mobilità.

Messaggio  francodan il Gio 30 Giu 2011 - 12:02

il diniego è un atto amministrativo e come ogni atto amministativo va motivato .

"La situazione giuridica soggettiva del dipendente che richiede il passaggio ad altra Amministrazione non è di diritto soggettivo, essendo la mobilità condizionata al consenso dell'ente di appartenenza; tuttavia, poiché non è concepibile un diniego arbitrario, è consentito al giudice sindacare in relazione al consenso negato la rispondenza delle motivazioni a ragioni oggettive di tipo organizzativo e ai principi di correttezza e trasparente gestione del rapporto di lavoro e riconoscere quindi il diritto del dipendente a transitare alle dipendenze di altra Amministrazione"
in questo senso un tribunale del lavoro.

francodan

Messaggi: 5964
Data d'iscrizione: 07.10.10
Località: 4 comuni della Bassa Lomellina (estremo sud ovest lombardia)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Diniego nullaosta mobilità.

Messaggio  rrr1980 il Gio 30 Giu 2011 - 12:15

Detto con termini più specifici, è esattamente quello che volevo rappresentare io.
Potresti indicarmi gli estremi di quella che mi pare essere una sentenza?

Grazie.

rrr1980

Messaggi: 249
Data d'iscrizione: 18.06.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diniego nullaosta mobilità.

Messaggio  francodan il Gio 30 Giu 2011 - 12:22

Tribunale di Agrigento 28 settembre 2004 (giudice Gatto)
Argomento Rapporto di lavoro
Sotto argomento Trasferimento e mobilità
Trasferimento e mobilità - mobilità


è una sentenza relativa a mobilità tra compartimenti statali,ma i principi possono valere per qualsiasi tipo di mobilità,a maggior ragione negli enti locali .


francodan

Messaggi: 5964
Data d'iscrizione: 07.10.10
Località: 4 comuni della Bassa Lomellina (estremo sud ovest lombardia)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Diniego nullaosta mobilità.

Messaggio  rrr1980 il Gio 30 Giu 2011 - 12:30

Ottimo.


rrr1980

Messaggi: 249
Data d'iscrizione: 18.06.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Diniego nullaosta mobilità.

Messaggio  rrr1980 il Gio 30 Giu 2011 - 13:37

Ripensandoci, il caso che mi si presenta è ancor peggiore. Qui si nega addirittura un nullaosta "di massima" condizionato all'esito di procedura di mobilità in entrata. In altre parole, non viene adottato neanche l'atto che permetterebbe al Personale di pubblicare un avviso esplorativo il cui esito andrebbe a formare la motivazione del rilascio o del diniego del nullaosta definitivo.

Non mi pare per nulla corretto.

rrr1980

Messaggi: 249
Data d'iscrizione: 18.06.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

nullaosta o parere?

Messaggio  yeledessi il Gio 30 Giu 2011 - 13:47

a seguito delle modifiche introdotte nel testo del D.Lgs. 165/2001, trattasi ancora di nullaosta o di parere? e se è un parere, è ammissibile che la giunta, essendo per regolamento prevista la sua pronuncia, si esprima in senso contrario rispetto al parere del dirigente/responsabile?

yeledessi

Messaggi: 44
Data d'iscrizione: 26.04.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Diniego

Messaggio  Paolo Gros il Gio 30 Giu 2011 - 16:54

Il nuovo testo (scritto per dare attuazione a quanto previsto dall’articolo 6, comma 2, lettera a), numero 3), della legge 15 del 4 marzo 2009, che riconosce in capo al dirigente la competenza all’utilizzo dell’istituto della mobilità individuale di cui all’articolo 30, del dec.leg.vo 165/2001 e successive modificazioni, secondo criteri oggettivi finalizzati ad assicurare la trasparenza delle scelte operate) così recita:
Art. 30. Passaggio diretto di personale tra amministrazioni diverse.
1) Le amministrazioni possono ricoprire posti vacanti in organico mediante cessione del
contratto di lavoro di dipendenti appartenenti alla stessa qualifica in servizio presso altre amministrazioni, che facciano domanda di trasferimento. Le amministrazioni devono in ogni caso rendere pubbliche le disponibilità dei posti in organico da ricoprire attraverso passaggio diretto di personale da altre amministrazioni, fissando preventivamente i criteri di scelta. Il trasferimento e' disposto previo parere fav revole dei dirigenti Responsabili dei servizi e degli uffici cui il personale e' o sarà assegnato sulla base della professionalità in possesso del dipendente in relazione al posto ricoperto o da ricoprire.


E' chiaro quindi che il parere del dirigente o responsabile deve essere :
- ex ante al provvedimento di mobilita'
- favorevole

se tale parere e' contrario ( con le discriminanti indicate correttamente da Francodan) la procedura non puoi' essere attivata.

Paolo Gros
Admin

Messaggi: 49705
Data d'iscrizione: 30.07.10

Vedere il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diniego nullaosta mobilità.

Messaggio  francodan il Ven 1 Lug 2011 - 8:24

il parere è di esclusiva competenza del dirigente senza alcuna possibilità di interferenza della giunta in quanto di fatto atto di gestione del personale,parere motivato ma pur sempre di esclusiva competenza del dirigente.

francodan

Messaggi: 5964
Data d'iscrizione: 07.10.10
Località: 4 comuni della Bassa Lomellina (estremo sud ovest lombardia)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum