Gli Enti locali -Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web
Benvenuto nel sito
Cliccando su Registrare potrai registrarti gratuitamente, partecipare ai forum e scaricare gli allegati .
Se sei gia' registrato cliccando su Connessione potrai inserire la tua ID e la password e connetterti.
Se non vuoi piu' che questo messaggio compaia clicca su Non esporre piu' e potrai navigare nel sito come ospite .
Buona navigazione.
Argomenti simili
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

RESIDUI ATTIVI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

RESIDUI ATTIVI

Messaggio  nunzia martino il Sab 21 Mag 2011 - 8:29

ciao,vorrei un consiglio
il revisore dei conti, ha fatto rilevare che ci sono troppi residui attivi TARSU E CANONE ACQUA riportati , e che fa presente nella relazione che ha rilevato tale situazione
per un eventuale segnalazione corte dei conti.
con una nota del 3/3/2011,chiedevo ai responsabili di comunicare i residui da eliminare
e da riportare , alcuni hanno risposto altri no, il responsabile tributi che è l'interessato
ha risposto di riportare tutti i residui.
oggi che si sta in fase di approvazione consuntivo ,cosa posso fare ?
anche perchè ho il timore che i residui relativi al canone acqua anni 2003/2004
dove hanno fatto una transazione con i cittadini non si incasseranno tutti.
per i residui passivi , si sta preparando una transazione per tutto il pregresso
quindi si può anche verificare minore spesa .
posso oggi scrivere all'ufficio tributi di verificare attentamente tutti i residui attivi
e entro il 30/09/2011 (equilibrio di bilancio)
di eliminarli ,che dici?

nunzia martino

Messaggi: 259
Data d'iscrizione: 03.03.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: RESIDUI ATTIVI

Messaggio  francodan il Sab 21 Mag 2011 - 8:36

la corte dei conti lombardia con riferimento a residui pregressi chiede di attenersi a criteri di estrema prudenza(riportando al massimo il 30-40 per cento di quanto iscritto a ruolo ) o meglio iscrivere nella parte corrente apposito e adeguato fondo crediti inesegibili

francodan

Messaggi: 5545
Data d'iscrizione: 07.10.10
Località: 4 comuni della Bassa Lomellina (estremo sud ovest lombardia)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

residui attivi

Messaggio  nunzia martino il Sab 21 Mag 2011 - 12:27

grazie di aver rispotto tempestivamente
come fare? visto che è il primo consuntivo e bilancio che preparo?
ho un residuo di circa 3000.000,00 euro
come faccio
grazie

nunzia martino

Messaggi: 259
Data d'iscrizione: 03.03.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Residui attivi

Messaggio  Paolo Gros il Sab 21 Mag 2011 - 18:46

Nel caso ti consiglio ( poiche' mi pare che tui non abbia ancora approvato il rendiconto ) di scrivere al responsbile dei tributi ( e anche di quelle entrate tra l'altro) invitandolo a refertare i titoli giuridici a fronte degli accertamenti a residui evidenziando che tali residui andranno a comporre avanzo che l'amministrazione applichera' .
Qualora , come e' certo, esistano rraa di dubbia esigibilita' occorre che ti muovi assolutamente come ti ha consigliato Francodan ovvero inizinado per il primo anno a ridurre ( residuo tarsu 100 di dubbia esigibilita' 30 ( da eliinare con il rendiconto ) somma a rraa 2011 70)
Cosi' facendo con estrema sensatezza riporti tali rraa nel limite prudenziale con certezza di riscossione.
Se nel corso del 2011 vedrai tali rraa non ancora riscossi con il prossimo rendiconto provvederai all'ulteriore taglio di altro 30%.
Valuta che molti enti , se riconducessero i rraa da tarsu e Cds a quanto effettivamente si protra' introitare sarebbero in disavanzo.
Tali enti pero', quando applicano l'avanzo , non hanno cassa....se la cassa e' piu' bassa dell'avanzo accertato il problema sussiste ed e' un chiaro campanello di allarme.

Paolo Gros
Admin

Messaggi: 44900
Data d'iscrizione: 30.07.10

Vedere il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Residui

Messaggio  Paolo Gros il Dom 22 Mag 2011 - 21:18

Ti consiglio lo scarico e la lettura dell'allegato al link

http://www.paologros.net/t567-residui-raccomandazioni

Paolo Gros
Admin

Messaggi: 44900
Data d'iscrizione: 30.07.10

Vedere il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: RESIDUI ATTIVI

Messaggio  francodan il Lun 23 Mag 2011 - 8:48

è chiaro che devi agire con gradualità ,anche per evitare ripercussioni "tragiche"sul bilancio ....quindi per la tarsu 2010 da riportare a residuo,dipende molto dall'andamento delle riscossioni nel comune....ad esempio da queste parti si è ormai constatato che l'indice di mancata riscossione tarsu ad un anno (causa crisi economica)è passato dal 10 al 20 per cento...quindi è prudenziale riportarsi a residuo non più dell' 80 per cento.....e poi ogni anno ridurre sempre gradualmente ...concorso con paolo gros avere una cassa inferiore all'avanzo di amministrazione è un sintomo di difficoltà che può essere dovuto di solito a residui attivi sovrastimati (accerto 100 di tarsu e mi riporto 100....)

francodan

Messaggi: 5545
Data d'iscrizione: 07.10.10
Località: 4 comuni della Bassa Lomellina (estremo sud ovest lombardia)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: RESIDUI ATTIVI

Messaggio  ssalva il Lun 23 Mag 2011 - 18:57

Per quanto riguarda il ruolo TARSU, data la difficoltà nel defineire le ragioni di mantenimento dei residui, io ho sempre vincolato parte dell'avanzo in misura pari al 40/30/20/10% degli ultimi quattro (es. rendiconto 2010 - anni 2006-2007-2008-2009) anni ed ho stralciato e portato nel conto del patrimonio il quinto anno (2005). Mi consigliate altro metodo?

ssalva

Messaggi: 40
Data d'iscrizione: 29.03.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Residui

Messaggio  Paolo Gros il Lun 23 Mag 2011 - 19:33

Procedura correttissima ( ancorche' andrebbe eseguita ogni anno ) infatti in base all’articolo 230 comma 5 del Tuel gli enti locali conservano nel loro conto del patrimonio in una apposita voce i crediti inesigibili stralciati dal conto del bilancio, sino al compimento dei termini di prescrizione.
I residui attivi in qualità di crediti sono iscritti nel conto del patrimonio nella voce attivo circolante e se vengono stralciati sono iscritti nella colonna variazioni in meno da altre cause o finanziarie .
Economicamente poi tali crediti inesigibili sono una componente negativa di reddito e sono iscritti alla voce insussistenza dell’attivo e come tali concorrono alla determinazione del risultato economico dell’esercizio.( utile e/o perdita)
Cio' stante la quota di perdita a cui concorrono determina diminuzione del patrimonio netto.



Paolo Gros
Admin

Messaggi: 44900
Data d'iscrizione: 30.07.10

Vedere il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Permesso del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum